On Air

ROKEYA PRESENTA MUJER LUCHADORA

di Rokeya

SEGUICI

Ogni anno, in occasione dell’8 Marzo, Rokeya cura Mujer Luchadora (Donna Combattente) una selezione speciale, creata esclusivamente da artiste femminili: diverse voci, diverse culture, diversi generi e stili, ma stesso empowerment.



Necessaria ed importante è la commistione tra le varie forme d’arte ed è proprio per questo che cover art del mixato è l’opera She della brillante ed immensa artista e scultrice Lydia Silvestri, che nelle sue opere decostruisce la visione binaria di uomo e donna, proponendo corpi di figure in transizione, fusi in coppie o di ermafroditi. Una provocatrice che ha saputo rappresentare la dualità ambigua dei sessi, attraverso il medium della scultura.



ll set si apre con la voce penetrante dell’artista ucraina Nastasia, con un brano che, assieme a quello ipnotico di Felicia Rush & Ra-faelle, sono contenuti nella Compilation Cantos a La Madre (Cosmovision Records) in cui si celebra a pieno l’energia femminile e la visione  di “madre”.

Vibrazioni middle east elettroniche prendono vita con Strange Souma, brillante dj e producer, fondatrice assieme alla sua manager Sarra Marzguioui dell’etichetta Volubilian sita a Casablanca.

Pienamente sperimentali e geniali nella loro dimensione elettronica sono i brani di Bergsonist, Silvia Kastel, Cucina Povera, Vica Pacheco, artiste superlative che insieme all'eccelsa batterista Valentina Magaletti ritroviamo nella Compilation Donne che Corrono Coi Lupi (Osàre! Editions). la raccolta si ispira all'omonima opera di Clarissa Pinkola Estés, una dedica all'energia femminile ferina, alla sua consapevolezza e alla sorellanza. Nel libro, Estés psicoanalista, poeta e cantadora o "custode di vecchie storie" attinge alla teoria junghiana per tessere una mitologia alternativa dell'archetipo della donna selvaggia e allo stesso modo queste artiste divengono veicolo di questi simboli, attraverso la loro musica

Seguendo il flusso mitologico troviamo la stessa Rokeya che contribuisce con il suo brano inedito Şahmaran ft. Micol. Un antico mito persiano che rappresenta un attuale moderno racconto di femminicidio, in cui la regina dei serpenti, detentrice di un mondo sotterraneo di bellezza e sapere, viene uccisa.

In esclusiva il brano dell’artista che incarna a pieno lo spirito di Mujer Luchadora la chilena DESCARGO Y MALEFICIO con la sua Sentencia, La Sangre Incendiada, specchio della violenza sulle donne e del falso senso di colpa che viene creato per occultarla, in uscita il 31 Marzo.



Lingue taglienti sono quelle di Clara! insieme a Pearson Sounds, così come quella di Maia Sanaa con Speaker Music, testi dritti e precisi come proiettili.

Altro brano inedito è La fuga di Zulema di ZELDA’S VICTIMS che come una perfetta barlady miscela elettronica, sonorità anni ‘80, voce potente e qb di psichedelia.



Pura esplorazione e divertimento nella composizione della tedesca Nullmeridian, parte del collettivo inglese di dj donne La Collectif, insieme a Rokeya e SOTO, parte di Mujer Luchadora con Core il suo primo brano pulsante in esclusiva, un pieno viaggio techno, in uscita questa estate.



La decostruzione del Club è la visione della spagnola Trixy Tricks che, insieme al producer Diego San Marcos, utilizza gli elementi tipici del club nel suo inedito Elemento Mix Rev 1, per dargli nuove forme avendo come riferimento la visione ritualistica, influenze trance, bakalo e gabber. Il brano in esclusiva anticipa l’uscita del LP AllHerat.



L'eclettica e sperimentatrice artista di Taiwan Meuko! Meuko! incanala con la sua musica una grande forza espressiva nel medium elettronico e con la stessa potenza troviamo Sevdaliza e Fka Twigs che con le loro produzioni manifestano a pieno l’espansione del potere femminile nella musica.

Dimensione clubbing è quella di Sofia Kourtesis e Shanti Celeste, capaci di creare brani perfetti da ballare ovunque, con una visione attuale e sempre fresca.

Renu compositrice e percussionista, regina delle tablas riesce a tramutare le sue ritmiche in pura elettronica.

Voci enormi e poderose sono quelle della pakistana Arooj Aftab e della colombiana Lidio Pimienta, capaci di dialogare all’anima, così come quella di Anissa Gouizi, che ripercorre la battaglia di Zaatcha. Ritualistica diviene invece la voce di Síria, mentre Nubya Garcia e Lola Villa tramutano i suoni in puro groove elettronico.

adv


BORDER GATEWAYS CONGESTION - COMPROMISE COMMUNICATIONS - Routing errors undetected - The Internet is Fragile -

© Mondonero 2022